FORMAZIONE ABRUZZO

Corsi non convenzionali per aziende e professionisti

image

Ti stai chiedendo cos'è Formazione Abruzzo?

Formazione Abruzzo è un network di formatori che lavorano con il sorriso e attraverso i giochi d'aula. Questo significa che non siamo un Ente di formazione, per questo non abbiamo una sede fisica ma ci sentiamo a casa ovunque i nostri partner incontrino persone che vogliono imparare qualcosa di nuovo. Per questo motivo non abbiamo una società, non abbiamo una Partita Iva.

Formazione Abruzzo è una promessa: chi sceglie i corsi promossi dal nostro gruppo sa che è arrivato il momento di smettere di sbadigliare in aula. Siamo per una formazione attiva, partecipata e divertente.

Sei pronto?

764

Persone conosciute

2664

Sorrisi strappati

22

Progetti riusciti

364

Foto scattate

COSA POSSIAMO FARE INSIEME

Sviluppo personale

Imparare a guardare il mondo da altri punti di vista, cercare l'opportunità nella sconfitta, gestire la propria emotività in senso positivo.

Comunicazione efficace

Comunicare efficacemente è un atto d'amore verso l'altro: è accoglierlo in sé, è (af)fidarsi, è non aver più paura di perdere qualcosa.

Gestione dei conflitti

Esiste una differenza fra un contrasto e un conflitto: il primo resta nel merito ed è produttivo; nel secondo si finisce a parlare d'altro.

Comunicare in famiglia

La famiglia è il centro (sensibile) della vita: è avere cura e investire energie per i figli, è avere cura e investire energie per i genitori.

Le metafore del gioco

Il gioco è uno strumento potente. Divertendosi, è possibile comunicare concetti complessi, facendo fluire in sé il significato attraverso l'esperienza.

Corsi su misura

Conoscere l'audience è importante per studiare un intervento che sia mirato a obiettivi precisi, efficace, risolutivo e che dia risultati a lungo termine.

Sono indeciso, sono davvero dei buoni corsi di formazione?

Blog

Spazio, Presenza, Consapevolezza: formazione per la fiducia, il rilassamento e l'autostima

Formazione Abruzzo lancia un nuovo appuntamento di formazione non convenzionale:

Spazio, Presenza, Consapevolezza - laboratori di training espressivo

Di cosa si tratta: formazione ed esperienze per crescere
Gli appuntamenti sono una sorta di terapia di gruppo in cui i partecipanti si incontrano per esprimersi, oltre che con le parole, attraverso l’azione spontanea e il gioco.

I laboratori offrono l’opportunità di esplorazione dell’io, di conoscenza del sé e di analisi dei vissuti attraverso tecniche e concezioni fondamentali del teatro, nonché un percorso di recupero della ritualità, del gioco e dei ritmi naturali.

Questi laboratori si collocano in un’area intermedia tra psicologia e teatro dove importante diventa la scoperta e la conoscenza dei propri strumenti emotivi, affettivi e sociali per stare nel mondo con la consapevolezza di avere finalità, ruoli ed efficacia. 

L’itinerario vissuto in prima persona attraverso l’esplorazione emotiva aiuta a sviluppare la capacità di partecipare e di agire con creatività, oltre a potenziare o riabilitare le capacità artistico-espressive e socio-relazionali.  
Obiettivi
> Incrementare attenzione, volontà, memoria immaginazione, uso della voce
> Ripristinare un contatto con le emozionie la loro corretta espressione
> Consentire, attraverso tecniche teatrali e psicologiche, il ricostituirsi di una maggiore autenticità e di un benessere psicofisico 
> Sbloccare le energie vitali liberandole dal senso di ansia e tensione provocato dallo stress
> Re-imparare a rilassarsi 
> Recupero della spontaneità
> Migliorare la presenza e la consapevolezza

A chi è rivolto
Il laboratorio è rivolto a tutti, adulti e giovani di ogni età.
 
Modalità
Incontri di tre-quattro ore. Gli incontri si organizzano on-demand (a richiesta) quando si cera un gruppo di almeno 10 persone. 

Conduttori
I laboratori vengono condotti da Lisa De Leonardis, esperta di comunicazione e formazione esperienziale e Massimiliano Barattucci, Psicologo, Psicoterapeuta e Formatore


Iscrizioni
Per partecipare è sufficiente scrivere una mail a formazione.ab@gmail.com o inviare un sms al 340.2442202. Verrai ricontattato per avere informazioni su data e luogo di incontro.

Prossimo appuntamento: sabato 28 novembre 2015. Ore 16.30-20
Investimenti previsto: 15 euro a partecipante.



Metafore del Gioco a Perugia, attivata la partnership con AiF

Le metafore del gioco - giochi d'aula per la formazione aziendale con Renata Borgato


L'Associazione Italiana Formatori ha ritenuto di stringere una partnership per l'evento "Le Metafore del Gioco" del prossimo 28 marzo a Perugia.
Un riconoscimento per Formazione Abruzzo e gli altri partner dell'iniziativa che convenziona le iscrizioni dei soci AiF con una tariffa di partecipazione speciale e agevolata.
Ringraziamo il presidente Antonello Calvaruso.

Se sei socio AiF e vuoi partecipare all'evento di Perugia ad un pezzo speciale, scrivi subito una mail a metaforedelgioco@gmail.com

Ricordiamo che l'evento si svolgerà nel meraviglioso panorama del Castello di Monterone, a 15 minuti circa dal centro di Perugia. 

E' possibile, partecipando al corso, anche prenotare ad un prezzo convenzionato, il pranzo al castello che sarà servito nel prestigioso ristorante interno.

oppure scrivi a metaforedelgioco@gmail.com


Un rimedio contro la noia della formazione

formazione noiosa? Le metafore del gioco ti dà la soluzione. Prossimo evento Perugia 28 marzo 2015

Quante volte ti sei trovato, in azienda, ad assistere a lezioni noiose, a seguire docenti soporiferi e guardare slides che scorrono mentre pensi ad altro?

La formazione in azienda così come quella destinata ai professionisti deve essere una grande opportunità di implementare competenze e conoscenze

Per rendere la tua lezione efficace, gioca!

Il gioco è un grande strumento per consegnare interattività e dinamicità ad un'aula in formazione oltre ad essere un grande strumento d'apprendimento, veloce e duraturo.

Non parlo del gioco fine a sé stesso, naturalmente, ma di giochi d'aula strutturati per l'apprendimento e la formazione che abbiamo una ricaduta positiva, rapida e duratura sul miglioramento degli obiettivi aziendali.

La letteratura in merito non è molto vasta, spesso si parla solo di outdoor training, un metodo molto importante ed efficace ma altrettanto oneroso in termini realizzativi. 

Un appuntamento di formazione per i formatori

Vuoi imparare giochi e metodi per rendere le tue lezioni interessanti e divertenti? 

Insieme a Renata Borgato, uno dei massimi esperti in Italia di giochi d'aula, formatore aziendale ed autrice di alcuni manuali e saggi di settore (qui il link delle sue pubblicazioni sul sito di Feltrinelli), ti invitiamo a partecipare al prossimo evento "Le Metafore del Gioco. Giochi d'aula per la formazione aziendale".

Ti aspettiamo a Perugia il prossimo 28 Marzo 2015 nella bellissima cornice del Castello di Monterone.





Le metafore del gioco: giochi per la formazione aziendale a Perugia


Molte aziende, la maggior parte per la verità, si trovano a valutare proposte formative delle più diverse nature: da quelle finanziate, totalmente od in parte, a quelle private che fanno seguito o fanno da preambolo ad una consulenza.

Tra i servizi alle aziende, la formazione è infatti una delle soluzioni che viene offerta con maggior frequenza per cercare di migliorare la vita aziendale, le performances oppure per contribuire a risolvere delle problematiche successivamente ad una riorganizzazione: penso ai molti casi di fusione, di riorganizzazione, di cambi al vertice e a tutto il conseguente stravolgimento di dinamiche interne (peggio se consolidate) che non tutti sono pronti ad accettare con entusiasmo e capacità di adattamento.

La formazione viene dunque vista come una risposta fattiva e migliorativa, ma spesso gli output e i benefici sono difficili da misurare o da riscontrare.

Il gioco come metodologia per il cambiamento


Il reale cambiamento personale od organizzativo, passa attraverso processi complessi: spiegare, illustrare, raccontare, dare all’aula informazioni e nozioni teoriche può non essere sufficiente a garantire una comprensione profonda ed una conseguente spinta al cambiamento.

Sono le esperienze, le interazioni e le applicazioni pratiche che scatenano i processi più duraturi e strutturati di cambiamento.

In questo senso il gioco, il primo e più potente strumento di apprendimento che conosciamo, consente la partecipazione attiva ed un confronto con dinamiche psicologiche fondamentali quali la gestione delle emozioni, l'ascolto, la comunicazione, la gestione dei conflitti, la negoziazione.

Usare il gioco come metafora offre la possibilità di lasciar comprendere dinamiche psicologiche complesse da punti di vista personali: ognuno infatti si avvicinerà e parteciperà ai giochi proposti usando il proprio bagaglio di cultura e di esperienze e partecipando, dunque, ad un processo di apprendimento generalmente autonomo.

A supportare questo percorso, a seguito di ogni gioco, il docente-conduttore dei giochi favorirà momenti di debriefing durante i quali i partecipanti avranno la possibilità di analizzare punti di vista, emozioni, conclusioni, pensieri e criticità riscontrate.

Le metafore del gioco e la preparazione del formatore

le metafore del gioco, 28 marzo 2015 Perugia

Le metafore del gioco dunque, essendo potenti metodologie di formazione, sono strumenti che possono essere utilizzati in diverse applicazioni (sicurezza, strategie di vendita, selezione, team building, sviluppo del potenziale, ecc.) e rappresentano un ambito di competenza fondamentale per i formatori di ogni estrazione.

Una preparazione specifica del formatore, che garantisca qualità ed efficacia degli interventi è però necessaria: il formatore non si muoverà nell’ambito di un giocare fine a se stesso ma sarà necessario ottemperare al raggiungimento di obiettivi molto precisi!

Lo scopo dei seminari “Le metafore del gioco” è proprio questo: fornire competenze immediatamente spendibili nella gestione dei giochi d'aula, ed un aggiornamento sulle metodologie emergenti, attraverso un percorso intensivo ed immersivo di esercitazioni pratiche.

Il programma del seminario prevede una parte formativa riguardante la professionalità e le competenze utili per il formatore, una parte relativa alle applicazioni del gioco nella formazione aziendale (negoziazione, gestione dei conflitti, sicurezza, benessere), ed una sezione di laboratori di role-playing, gestione dello stress, teatro d'impresa, team building, gestione del warm-up e del debriefing.

Il seminario sarà condotto da un team di formatori di assoluto rilievo: Renata Borgato, formatrice aziendale ed autrice di diversi libri sul tema (tra cui il best seller “Un'arancia per due”, alla 17esima ristampa), Massimiliano Barattucci, formatore, esperto in assessment di gruppo e recruiter (www.barattucci.org), Lisa De Leonardis, formatore ed esperto in comunicazione e marketing (www.lisadeleonardis.org).

Prossimo appuntamento: Perugia

Le metafore del gioco: giochi per la formazione aziendale
28 marzo 2015 Perugia

Informazioni: metaforedelgioco@gmail.com

Aziende e Risorse Umane: laboratorio su Assessment Center

Selezione del personale, sviluppo del potenziale, valutazione di gruppo: prove e simulazioni 

assessment selezione formazione abruzzo

L'Assessment center (AC) è una metodologia impiegata con successo nella valutazione di gruppo, composta da prove che simulano la realtà aziendale.  

Questa metodologia è molto efficace nella selezione del personale tanto che la probabilità di trovare un candidato con caratteristiche superiori alla media raddoppia rispetto ai metodi tradizionali.


Le situazioni-stimolo all'interno dell'Assessment Center consentono di osservare: 


  • le capacità relazionali 
  • l'adattamento alle situazioni
  • l'abilità nel risolvere problemi 
  • la capacità decisionale
  • la capacità organizzativa e progettuale
  • la negoziazione
  • altri eventuali parametri richiesti dal committente
formazione abruzzo assessment center

L'Assessment Center è quindi una metodologia “contenitore” flessibile, personalizzabile, modulabile dove la creatività e la competenza dell'osservatore risultano fondamentali.

Campi di applicazione dell'Assessment Center

I campi d’applicazione dell’Assessment Center sono molteplici: l'analisi dei fabbisogni formativi e professionali, l'esame di compatibilità con ruoli e profili interni all'organigramma, la verifica di adeguatezza rispetto al ruolo, la valutazione del potenziale, la selezione interna ed esterna, la modifica dei ruoli.

assessment center formazione

Conoscere l'Assesment Center risulta di conseguenza imprescindibile per il formatore di ogni estrazione, i manager e gli operatori delle risorse umane, le aziende che intendono promuovere cambiamenti organizzativi e di personale. 

A chi è rivolto:

  • Operatori delle risorse umane, 
  • capi del personale, 
  • manager, 
  • formatori di ogni estrazione, 
  • psicologi, 
  • studenti, 
  • specialisti, 
  • professionisti, 
  • datori di lavoro, 
  • associazioni di categoria, 
  • aziende, 
  • operatori della sicurezza.  

Programma
Comporre un Assessment Center. Pianificazione e Conduzione. Variabili, requisiti, capacità. Griglie di valutazione. Prove individuali e di gruppo. Prove in basket. Esercitazioni a ruoli liberi. Esercitazioni a ruoli assegnati. Scrivere un report.   

Quando: sabato 28 febbraio

Dove: Pescara, Orienta Formazione e Consulenza, Via Giovanni Chiarini, 191


Docente: Massimiliano Barattucci - www.barattucci.org

Durata: 6 ore (10-17)

Investimento richiesto: 80 euro.

Iscrizione per due persone: 140 euro.
Iscrizione di gruppo (3 o + persone): 60 euro/cad.
Gli importi si intendono al netto di iva. 

Informazioni ed Iscrizioni
email: formazione.ab@gmail.com
telefono: 338.8801966

 

Spiegare i tuoi progetti ai clienti in modo efficace: public speaking per le PMI

conquistare i clienti con il front office

Qualunque sia il settore merceologico che la tua azienda rappresenta, sarà assolutamente importante che gli addetti al front office e in generale tutto il personale commerciale o di rappresentanza, che solitamente ha a che fare con i tuoi potenziali clienti e con il pubblico abbia una formazione specifica. 

L'errore che si commette infatti più spesso è di concentrare gli sforzi formativi sul management e sul personale amministrativo, tralasciando invece l'aggiornamento e la formazione dei collaboratori che sembrano avere un ruolo "minore", come il front office.

Personale ben selezionato e ben formato fa funzionare l'azienda

selezione del personale e poi formazione, far funzionare l'azienda

Il primo passo è un buon processo di selezione del personale che punterà ad individuare i profili più in linea con le esigenze dell'azienda, ma non ci si può fermare qui.

Il personale ha bisogno di formazione specifica come ad esempio nel caso specifico di coloro che hanno a che fare con il pubblico e con clienti e prospect

Immaginate un front-office capace di attivare processi di ascolto attivo: il cliente avrà la sensazione piacevole di trovare qualcuno con cui poter parlare, qualcuno che comprenda i propri bisogni e le proprie necessità, un referente cortese e cordiale.

Quanto spesso vi accade di trovarne uno così?

Public speaking è anche questo

i tuoi venditori devono parlare in pubblico? proponi loro un corso specifico
 
Certamente - e più correttamente - si parla di Public Speaking quando il pubblico di riferimento è costituito da più di una persona, ovvero da un gruppo di persone.

I pilastri sui quali si regge il public speaking ruotano sempre intorno ad alcuni punti centrali:

#1 Ogni cliente è diverso. Per far sì che la mia comunicazione risulti più efficace possibile devo rinunciare a discorsi "prefabbricati". Le esigenze dei miei interlocutori non sono tutte uguali!

#2 Ascolta le esigenze del pubblico e rispondi a quelle. Una scaletta per punti ti aiuterà a mantenere il filo del discorso ma devi essere pronto ad integrare e trasformare la tua relazione e il tuo discorso di presentazione in base alle necessità degli interlocutori.

#3 Intercetta lo stile di comunicazione dei tuoi clienti e va' loro incontro. A volte ci troviamo talmente tanto bene con qualcuno che non servono tante parole per spiegarsi. Questo accade quando i nostri stili di comunicazione sono simili. In qualche modo "ci riconosciamo" e siamo ben disposti. Sarebbe molto bello se riuscissimo ogni volta a capire come farci "capire al volo" da chi ci è di fronte, vero? La buona notizia è che si può imparare!

#4 Attento al Linguaggio Non Verbale. Se ne parla tanto ma non tutti sono convinti di quanto sia importante il nostro corpo e l'atteggiamento fisico per una buona relazione o presentazione. Conoscere e riconoscerne il linguaggio è molto importante.

#5 Registra i feedback. E' importante ascoltare quello che il nostro pubblico, i nostri clienti e i nostri prospect dicono e pensano di noi. Sarà uno stimolo al miglioramento, anche se qualche volta questo non ci piacerà: l'idea che hanno di noi è frutto dell'immagine che noi abbiamo dato loro... 

Un corso ad hoc per la tua azienda nella tua azienda

corsi di formazione nella tua azienda

E' sempre difficile per una Piccola o Media impresa organizzare dei corsi di formazione tenendo presenti le necessità lavorative quotidiane. Per questo Formazione Abruzzo ha strutturato moduli formativi da fare in azienda.

Veniamo noi da te.

Richiedi informazioni scrivendo a formazione.ab@gmail.com.

Ecco dove trovarci
Max Barattucci
340.244.22.02
Pescara, piazza Alessandrini, 22