giovedì 15 gennaio 2015

Le metafore del gioco: giochi per la formazione aziendale a Perugia

Molte aziende, la maggior parte per la verità, si trovano a valutare proposte formative delle più diverse nature: da quelle finanziate, totalmente od in parte, a quelle private che fanno seguito o fanno da preambolo ad una consulenza.

Tra i servizi alle aziende, la formazione è infatti una delle soluzioni che viene offerta con maggior frequenza per cercare di migliorare la vita aziendale, le performances oppure per contribuire a risolvere delle problematiche successivamente ad una riorganizzazione: penso ai molti casi di fusione, di riorganizzazione, di cambi al vertice e a tutto il conseguente stravolgimento di dinamiche interne (peggio se consolidate) che non tutti sono pronti ad accettare con entusiasmo e capacità di adattamento.

La formazione viene dunque vista come una risposta fattiva e migliorativa, ma spesso gli output e i benefici sono difficili da misurare o da riscontrare.

Il gioco come metodologia per il cambiamento


Il reale cambiamento personale od organizzativo, passa attraverso processi complessi: spiegare, illustrare, raccontare, dare all’aula informazioni e nozioni teoriche può non essere sufficiente a garantire una comprensione profonda ed una conseguente spinta al cambiamento.

Sono le esperienze, le interazioni e le applicazioni pratiche che scatenano i processi più duraturi e strutturati di cambiamento.

In questo senso il gioco, il primo e più potente strumento di apprendimento che conosciamo, consente la partecipazione attiva ed un confronto con dinamiche psicologiche fondamentali quali la gestione delle emozioni, l'ascolto, la comunicazione, la gestione dei conflitti, la negoziazione.

Usare il gioco come metafora offre la possibilità di lasciar comprendere dinamiche psicologiche complesse da punti di vista personali: ognuno infatti si avvicinerà e parteciperà ai giochi proposti usando il proprio bagaglio di cultura e di esperienze e partecipando, dunque, ad un processo di apprendimento generalmente autonomo.

A supportare questo percorso, a seguito di ogni gioco, il docente-conduttore dei giochi favorirà momenti di debriefing durante i quali i partecipanti avranno la possibilità di analizzare punti di vista, emozioni, conclusioni, pensieri e criticità riscontrate.

Le metafore del gioco e la preparazione del formatore

le metafore del gioco, 28 marzo 2015 Perugia

Le metafore del gioco dunque, essendo potenti metodologie di formazione, sono strumenti che possono essere utilizzati in diverse applicazioni (sicurezza, strategie di vendita, selezione, team building, sviluppo del potenziale, ecc.) e rappresentano un ambito di competenza fondamentale per i formatori di ogni estrazione.

Una preparazione specifica del formatore, che garantisca qualità ed efficacia degli interventi è però necessaria: il formatore non si muoverà nell’ambito di un giocare fine a se stesso ma sarà necessario ottemperare al raggiungimento di obiettivi molto precisi!

Lo scopo dei seminari “Le metafore del gioco” è proprio questo: fornire competenze immediatamente spendibili nella gestione dei giochi d'aula, ed un aggiornamento sulle metodologie emergenti, attraverso un percorso intensivo ed immersivo di esercitazioni pratiche.

Il programma del seminario prevede una parte formativa riguardante la professionalità e le competenze utili per il formatore, una parte relativa alle applicazioni del gioco nella formazione aziendale (negoziazione, gestione dei conflitti, sicurezza, benessere), ed una sezione di laboratori di role-playing, gestione dello stress, teatro d'impresa, team building, gestione del warm-up e del debriefing.

Il seminario sarà condotto da un team di formatori di assoluto rilievo: Renata Borgato, formatrice aziendale ed autrice di diversi libri sul tema (tra cui il best seller “Un'arancia per due”, alla 17esima ristampa), Massimiliano Barattucci, formatore, esperto in assessment di gruppo e recruiter (www.barattucci.org), Lisa De Leonardis, formatore ed esperto in comunicazione e marketing (www.lisadeleonardis.org).

Prossimo appuntamento: Perugia

Le metafore del gioco: giochi per la formazione aziendale
28 marzo 2015 Perugia

Informazioni: metaforedelgioco@gmail.com

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna Veniam, quis nostrud exerci tation ullamcorper suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea commodo consequat.

0 commenti:

Posta un commento

Ecco dove trovarci
Max Barattucci
340.244.22.02
Pescara, piazza Alessandrini, 22